Il mal di schiena è uno dei motivi più comuni per cui la gente va dal dottore o si assenta dal lavoro, ed è una delle principali cause di disabilità in tutto il mondo.

Infatti, si stima che circa 8 persone su 10 vengono colpite dal mal di schiena almeno una volta nella vita, ma nella maggior parte dei casi questo dolore regredisce fino a scomparire.

Un dolore alla schiena che si ripete molto spesso, seppur minimo, non è assolutamente da trascurare, perchè è un primo segnale di allarme del malessere del nostro organismo; Fortunatamente, puoi prendere misure per prevenire o alleviare la maggior parte dei casi di mal di schiena, perché a meno che non sia una grave patologia, il semplice trattamento domiciliare attraverso semplici esercizi di rieducazione posturale, spesso e volentieri mantiene la schiena funzionale diminuendone il dolore già dopo poche settimane.

E’ raro ricorrere ad un intervento per trattare il mal di schiena, ed è generalmente sconsigliato in caso di semplici protrusioni discali (la maggior
parte delle persone “soffre” di protrusioni discali e neanche lo sa) o anche per le ernie del disco.

La chirurgia è consigliata quando vi è un interessamento del nervo sciatico, talmente grave da comprometterne la funzionalità o in caso di disfunzioni della vescica e altri problemi gravi.

I SINTOMI

I SINTOMI

I segnali e i sintomi del mal di schiena possono includere:
  • Dolore muscolare
  • Blocco o dolore lancinante in ogni movimento
  • Dolore che si irradia sulla tua gamba(sciatica)
  • Dolore che peggiora con la flessione, il sollevamento, la posizione eretta o
    la deambulazione
  • Dolore che migliora con estensione

LE CAUSE

CAUSE

le principali cause del mal di schiena sono:
  • Problemi ai muscoli o ai legamenti.
  • Un sollevamento pesante ripetuto o un movimento improvviso e sbagliato possono sottoporre a tensione i muscoli e i legamenti spinali.
  • Cattiva condizione fisica: uno sforzo costante sulla schiena può causare dolorosi spasmi muscolari.
  • Dischi sporgenti o rotti: i dischi fungono da cuscini tra le ossa (vertebre) nella colonna vertebrale. Il materiale morbido all’interno di un disco può rigonfiarsi o rompersi e premere su un nervo. Tuttavia, puoi avere un disco sporgente o rotto senza dolore alla schiena.
  • Artrite: l’artrite può influenzare la parte bassa della schiena. In alcuni casi, l’artrite nella colonna vertebrale può portare ad un restringimento dello spazio intorno al midollo spinale, una condizione chiamata stenosi spinale.
  • Irregolarità scheletriche: una condizione in cui una colonna vertebrale curva lateralmente (scoliosi) può anche portare a mal di schiena, a causa della mal distribuzione di peso sulle singole vertebre.
  • Osteoporosi. Le vertebre della colonna vertebrale possono sviluppare fratture da compressione se le tue ossa diventano porose e fragili.

QUANDO VEDERE UN DOTTORE

La maggior parte dei dolori alla schiena migliorano gradualmente con il trattamento domiciliare e l’auto-cura, di solito entro poche settimane.
Se non noti dei miglioramenti nel giro di pochi giorni o addirittura il dolore peggiora, consulta il tuo medico di fiducia.

Cerca cure immediate se:

  • Provoca problemi all’intestino o alla vescica

  • È accompagnato da febbre

  • È dovuto da una caduta, un colpo alla schiena o da altre lesioni

  • È grave e non migliora con il riposo

  • Provoca debolezza, intorpidimento o formicolio in una o entrambe le gambe

  • È accompagnato da una perdita di peso inspiegabile

  • Si estende su una o entrambe le gambe e soprattutto se il dolore si estende sotto il ginocchio, la cosiddetta “sciatica”.

La sciatica è una condizione molto frustrante che può portare a disturbi psicologici. Non aspettare che la situazione peggiori. Noi ti consigliamo di dare un occhiata a questo  manuale, creato apposta per te che ti aiuterà a ritrovare la gioia di muoverti. (CLICCA QUI)

FATTORI DI RISCHIO

il mal di schiena è più comune quando si invecchia, a partire dai 30 o 40 anni.

i muscoli deboli e inutilizzati della schiena e dell’addome potrebbero causare mal di schiena.

il peso corporeo in eccesso aumenta lo stress sulla schiena.

alcuni tipi di artrite e cancro possono contribuire al mal di schiena.

usare la schiena invece delle gambe nel sollevamento può causare mal di schiena e seri danni ad essa.

le persone inclini alla depressione e all’ansia sembrano avere un maggiore rischio di sviluppare il mal di schiena.

questo riduce il flusso di sangue alla colonna vertebrale inferiore, che può impedire al tuo corpo di fornire abbastanza nutrienti ai dischi nella tua schiena. Anche il fumo rallenta la guarigione.

PREVENZIONE

Potresti evitare il dolore alla schiena o prevenirne il ripetersi migliorando le tue condizioni fisiche, imparando e praticando la corretta meccanica del tuo corpo. Ecco qui alcuni punti essenziali a cui prestare attenzione per mantenere la propria schiena sana e forte:

  • FARE ESERCIZIO FISICO: le normali attività aerobiche a basso impatto, quelle che non sforzano troppo la schiena, possono aumentare la forza e la resistenza della schiena e consentire ai muscoli di funzionare meglio. Camminare e nuotare possono essere delle buone opzioni per iniziare (parlatene con il vostro medico di fiducia su quali attività potreste provare)

  • Costruisci forza muscolare e aumenta la flessibilità: esercizi muscolari addominali e della schiena rinforzeranno il tuo “core”, facendo in modo che questi muscoli lavorando insieme creeranno un corsetto naturale che andranno ad aumentare la resistenza dei legamenti. Aumenta la flessibilità generale di tutti i muscoli.

  • Aumenta la flessibilità delle anche e della parte superiore delle gambe: serve ad allineare le ossa del bacino, migliorando così la condizione della schiena.      *Il tuo medico o fisioterapista può dirti quali possano essere gli esercizi giusti per te*

  • Mantieni un peso sano: essere in sovrappeso sottopone i tuoi muscoli e le articolazioni della schiena ad un carico maggiore.

  • Smetti di fumare: parlatene con il vostro medico per saperne di più sui modi per smettere di fumare.

  • Tieni la giusta postura quando stai seduto: scegli uno schienale con un buon supporto lombare, braccioli e una base girevole (se non vi è un buon supporto lombare crearlo posizionando un cuscino o un asciugamano arrotolato nella parte bassa della schiena che aiuterà a mantenere la sua normale curva.  Cambia frequentemente la tua posizione, almeno ogni mezz’ora!)

  • Solleva i carichi in maniera intelligente: Evita il sollevamento di carichi pesanti, se possibile, ma se devi sollevare qualcosa di pesante, lascia che le tue gambe facciano il lavoro (se sollevi con la schiena potrebbe venirti un forte mal di schiena improvviso!!) mantieni le curve naturali della schiena, evita le torsioni nel sollevamento e tieni il carico vicino al tuo corpo (trova un partner di sollevamento se l’oggetto è pesante o scomodo).